Come investire in Titoli Obbligazionari

L’investimento in titoli obbligazionari è stato per lunghi anni la soluzione privilegiata del risparmiatore italiano.

Per vedere il video clicca qui

Ecco 5 semplici regole per farlo:
1) Investire in titoli quotati su mercati regolamentati come il Mot e il Tlx. Evitare l’acquisto di titoli che, non avendo un mercato ufficiale, possono essere riacquistati solo dalla banca che li ha emessi.

2) Sottoscrivere obbligazioni liquide: sono quelle che vengono emesse per importi superiori ai 300 milioni di Euro. In questo modo si eviterà la non negoziabilità dei titoli specialmente in situazioni di mercato difficili;

3) Investire solo in titoli obbligazionari di tipo senior: sono quei titoli che in caso di fallimento dell’emittente vengono rimborsati prima delle altre categorie di obbligazioni come ad esempio quelle subordinate;

4) Evita la concentrazione del rischio: questo è possibile non sottoscrivendo solo titoli emessi dalla banca sulla quale si ha il conto corrente;

5) Scegli titoli a tasso variabile o indicizzato all’inflazione: sono quelli da privilegiare nell’attuale contesto di mercato caratterizzato da tassi bassi e potenzialmente in risalita. Se proprio vuoi investire in titoli a tasso fisso concentrati su scadenze non superiori ai 5 anni.

Tuttavia i piccoli investitori invece che concentrarsi sui singoli titoli obbligazionari dovrebbero investire direttamente su strumenti obbligazionari di gestione del risparmio come Sicav (società di investimento a capitale variabile) o fondi.
L’importante che siano di qualità dove il gestore ha storicamente dimostrato ottime capacità di gestione.
In questo modo sarà garantito l’utilizzo di strategie professionali contro il rialzo dei tassi (che molte volte non sono disponibili per gli investitori privati) e una attenta analisi dei fondi per evitare i rischi d’insolvenza.

Foto di apertura: elaborazione personale

No Comments Yet.

Leave a reply