SALUTE: UN SETTORE DIFENSIVO E INNOVATIVO

Facendo un’analisi dei mercati azionari c’è un settore che, nella tempesta che si è abbattuta sui mercati, si è rivelato resistente ed è quello della salute.

Una tenuta che potrebbe essere considerata quasi scontata visto le caratteristiche intrinsecamente difensive di questo comparto oltre al fatto che il profondo ribasso che ha colpito i listini non trae origine da una crisi finanziaria ma dagli effetti di una pandemia.

Ma quello della sanità è un settore peculiare in quanto presenta un mix di caratteristiche difensive e al contempo dinamiche.

Un settore non solo difensivo:
La sanità resta un settore difensivo perché beneficia di una domanda costante: i consumatori avranno sempre bisogno di accedere e utilizzare i servizi e i prodotti offerti dal settore.

Ma al suo interno emergono anche trend molto dinamici che danno impulso all’innovazione a un ritmo sempre più sostenuto e che per gli investitori interessanti rappresentano potenziali opportunità.

Come possiamo tutti notare nel ventunesimo secolo stiamo registrando un’impennata dell’innovazione che impatta numerose aree, dalle tecnologie di chirurgia robotica alla medicina preventiva.

Ho individuato 3 temi che posso rappresentare al meglio questo settore e la sua caratteristica di essere difensivo e dinamico.

Diagnostica:
Gli screening precoci potrebbero avere un ruolo chiave in una più efficace diagnosi anticipata delle patologie, il sequenziamento del genoma umano sbloccherà nuovi farmaci e aiuterà a rilevare prima le malattie.

Robotica:
Il suo utilizzo in sala operatoria, ad esempio, consente operazioni con incisioni molto più ridotte e permette al chirurgo una maggiore precisione nei movimenti; ciò si traduce in minori complicanze e tempi di degenza accorciati, con effetti benefici per i costi del sistema sanitario.

Tecnologia:
Il settore della sanità, infine, è in ritardo nell’adozione delle nuove tecnologie: questa pandemia ha dimostrato, ad esempio, quanto possa essere importante e preziosa la telemedicina che consente ai pazienti di interagire con uno specialista a distanza, attraverso un computer o anche un semplice smartphone.

Un approccio di lungo periodo:
Mi sento di ricordare sempre la rischiosità di questi segmenti ma anche le opportunità. Voglio consigliare, a chi non avesse già in portafoglio questo settore, di prendere in considerazione l’idea di investire tramite dei piani di accumulo.

Ma ricordando sempre di rispettare l’orizzonte temporale degli investimenti che in questo caso supera i 5 anni e la qualità dello strumento scelto per investire.

Alla prossima…

Foto di apertura: elaborazione personale

No Comments Yet.

Leave a reply